La Sterlina d'oro, il cui nome originale è Sovrana (Gold Sovereign), può essere considerata la moneta da investimento più famosa e prestigiosa del mondo.

Venne coniata per la prima volta nel lontano 1489 da Enrico VII e viene prodotta ancora oggi. La sua coniazione è stata interrotta dal 1604 al 1817, per poi riprendere cambiando man mano alcune delle sue caratteristiche, fino al Regno dell'attuale Elisabetta II.

Originariamente queste monete d'oro avevano un valore puramente nominale di 1 sterlina e 20 shilling, a 23 carati e un peso di circa 15,6 grammi. Sul dritto era impresso il volto del sovrano e sul rovescio lo stemma della casata.

Quando dopo la sospensione la coniazione venne ripresa, si decise di sostituire il simbolo sul retro con l'immagine di San Giorgio che uccide il drago, raffigurazione che troviamo anche oggi sulla Sovrana dell'attuale Regina.

Trattandosi delle monete più utilizzate tra comuni cittadini, il frequente scambio soprattutto nei commerci, portava queste monete a consumarsi in fretta al punto da perdere il loro valore a livello legale e dover essere riconiate dalla Bank of England. Proprio per questo motivo non si hanno dati certi sulla quantità di Sterline d'oro in circolazione, si parla di circa 1 miliardo di pezzi (inclusi quelli riconiati). Dall'800 comunque, si è stabilito che le monete danneggiate venissero ritirate e sostituite con altre nuove dichiarando le vecchie ormai fuori corso.

Le attuali Gold Sovereign britanniche riportano dal 2000 il quarto ritratto ufficiale della Regina Elisabetta II e vengono coniate alla Royal Mint (la Zecca Reale) sotto lo stretto controllo della polizia inglese e del Ministero della Difesa.

Le caratteristiche standard sono quelle stabilite dalla Legge Great Recoinage che prevede le seguenti regole:

– Lega (carati): 22 carati

– Titolo (in millesimi): 0,9167

– Diametro: 22,05 mm

– Peso Lordo: 7,98 g

Il contenuto di oro puro è invece:

  • 7,32 grammi
  • 0,2354 oncia troy

QUOTAZIONE E VALORE DI MERCATO

Per quanto riguarda la quotazione della Sterlina d'oro varia innanzitutto in base al fatto che sia stata coniata prima o dopo il 1957, data che corrisponde su per giù al Regno di Elisabetta II (venne incoronata nel '53).

Le monete el vecchio conio hanno un valore leggermente inferiore rispetto a quelle della nuova era.

Consultando i distributori autorizzati o comuni pagine web è possibile vedere le quotazioni di mercato live della Sterlina d'oro. Attualmente il suo prezzo è il seguente:

– Sterlina del vecchio conio

vendere: 350 €

acquistare: 396 €

– Sterlina del nuovo conio:

vendere: 355,20 €

acquistare: 400,05 €

Parlando in termini di investimenti futuri quindi, si può affermare che sia consigliabile investire nelle monete del nuovo conio, quelle post 1957. Esse infatti pur avendo attualmente i prezzi delle sterline più alti offrono maggiori possibilità di monetizzazione un domani, in relazione al probabile aumento della quotazione dell'oro. A differenza di quanto si possa pensare infatti, e cioè le più antiche valgano di più, invece della datazione prevale un'idea pratica legata all'usura: si ritiene infatti che le vecchie monete abbiano circolato di più e la loro qualità dell'oro sia pertanto diminuita.